FATTURAZIONE ELETTRONICA

fatturazione elettronica

FATTURAZIONE ELETTRONICA: tutte le novità che dovresti conoscere, sono in questo articolo

Le ultime modifiche che sono state introdotte dal “collegato fiscale” sono misure ben pensate e coerenti con le richieste degli operatori di settore.

Molti punti critici della disciplina verranno risolti, innovando anche aspetti che, nati con la fattura cartacea, mal si applicavano a documenti digitali la cui data certa di trasmissione introduceva inutili rigidità.

Come da premesse ecco le principali novità che dovresti conoscere sulla fatturazione elettronica per punti.

Di seguito esamineremo le principali modifiche normative risultanti dall’ultima bozza disponibile dell’11 Ottobre.

– Ritardi emissione, no problem!

L’articolo 8 formalizza, definisce e persino allarga l’ambito applicativo della “non sanzionabilità” per ritardi di emissione/trasmissione che era stata anticipata con la Circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 13/E del 2 luglio 2018.

– Emissione entro 10 giorni e un nuovo elemento da indicare in fattura

Secondo l’art. 10, le fatture andranno emesse “entro 10 giorni dall’effettuazione dell’operazione determinata ai sensi dell’art. 6”.

Secondo l’art. 9 un nuovo elemento deve venir indicato in fattura: “la data in cui è effettuata la cessione di beni o la prestazione di servizi ovvero, data in cui è corrisposto in tutto o in parte il corrispettivo, sempre che tale data sia diversa dalla data di emissione della fattura”. Questo nuovo elemento va ad identificare il momento di effettuazione dell’operazione nel caso in cui fosse diverso dalla data di emissione della fattura.

– Registrazione degli acquisti

Vengono riformulati il primo ed il secondo comma dell’articolo 25 (Registrazione degli acquisti) eliminando l’obbligo di numerazione delle fatture ricevute che era diventato fonte di notevoli complessità applicative.

– Annotazioni delle fatture emesse

Questa novità riguarda la riformulazione del primo comma dell’articolo 23 (Registrazione delle fatture) per permettere l’annotazione delle fatture emesse in relazione al mese di effettuazione delle operazioni entro il giorno 15 del mese successivo.

– Coordinamento in tema di fatturazione elettronica

Si tratta di una piccola correzione alla legge di bilancio 2018 che, nell’introdurre l’obbligo di fattura elettronica, aveva fatto riferimento a soggetti “residenti, stabiliti o identificati nel territorio dello Stato”. La volontà di includere soggetti non residenti meramente identificati ai fini IVA, come chiarito anche dalla circ. 13/E del 2018, contrasta con i termini della deroga concessa all’Italia per l’introduzione dell’obbligo diffuso di fatturazione elettronica e più in generale con la normativa comunitaria in materia di IVA. Con questa piccola correzione il legislatore prende atto che l’obbligo di fatturazione elettronica vige tra soggetti “residenti o stabiliti nel territorio dello Stato”.

– Semplificazioni in tema di detrazione dell’IVA

Qui invece, viene modificato, mediante l’aggiunta di un periodo all’art. 1 del DPR 100/1998, il diritto alla detrazione dell’IVA sulle fatture ricevute, che può essere esercitato sui documenti ricevuti (e registrati) entro il giorno 15 del mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione, eccezion fatta per operazioni relative all’anno precedente.

Ad oggi, queste sono le principali novità in materia di fatturazione elettronica.
Come abbiamo già ribadito nell’articolo che abbiamo pubblicato alcune settimane fa, la fatturazione elettronica non sarà l’ennesimo adempimento costoso per gli studi professionali e le aziende.

La fatturazione elettronica promette infatti, di far risparmiare parecchio tempo, tempo che potrà essere impiegato dai collaboratori del tuo studio professionale o della tua azienda in altre attività.

Anche le relazioni con i clienti miglioreranno perché, come abbiamo spiegato sopra, si passerà dalla fase di fornitura di servizio a una di collaborazione nell’erogazione.

A regime questo sarà lo scenario in cui saranno immersi gli studi e le aziende che investiranno in soluzioni software per la fattura elettronica.

E tu conosci già una soluzione che ti aiuta a semplificare e automatizzare i processi di fatturazione in assoluta sicurezza?

Per approfondire, clicca qui

Inizia a digitare e premi Invio per la ricerca